Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Elemental analyzers

CONFRONTO TRA I METODI DUMAS E KJELDAHL: DETERMINAZIONE DELLE PROTEINE NEI MANGIMI

Scopri di più sui metodi Kjeldahl e Dumas per la determinazione di azoto/proteine in vari campioni di mangime, una tematica di primaria importanza per il controllo di qualità e la dichiarazione del contenuto proteico. Scarica l'e-book con i risultati ottenuti nell'ambito del programma di proficiency testing di BIPEA e un ampio confronto tra le due tecniche.
CONFRONTO TRA I METODI DUMAS E KJELDAHL: DETERMINAZIONE DELLE PROTEINE NEI MANGIMI
I regolamenti internazionali sull'etichettatura in ambito alimentare e mangimistico sottolineano l'importanza della determinazione del contenuto totale di proteine sia in relazione ai processi di controllo qualità che alla dichiarazione del contenuto proteico.

Due sono i metodi primari riconosciuti a livello internazionale e ampiamente impiegati nei laboratori di tutto il mondo per la determinazione del contenuto di proteine di alimenti e mangimi: il metodo Kjeldahl basato sulla chimica tradizionale umida e il metodo di combustione Dumas.

Determinazione delle proteine nei mangimi: Metodo Dumas o Kjeldahl?

Per determinare il contenuto di proteine è possibile analizzare differenti campioni di mangime applicando il metodo Dumas o il metodo Kjeldahl. Entrambi sono metodi primari riconosciuti da standard internazionali quali AOAC, AACC, ASBC, ISO, IFFO, OIV.

Il metodo Dumas per la determinazione dell'azoto, sviluppato nel 1831, è più vecchio del Kjeldahl, sviluppato nel 1883, ma più conveniente sotto molti aspetti come la velocità, la sicurezza, la pulizia, la produttività e il costo per analisi. Il problema in passato era che non era facile riprodurre le condizioni richieste dal metodo Dumas e per questo motivo la tecnica Kjeldahl è stata preferita e si è affermata come metodo classico per la determinazione dell'azoto/proteine.

Il metodo Kjeldahl, tuttavia, prevede l'utilizzo di acido solforico concentrato e di un catalizzatore per la digestione del campione. A partire dagli anni '90, con l'applicazione di norme più severe per quanto riguarda l'uso di sostanze chimiche nocive, molti laboratori hanno rivalutato il metodo Dumas, iniziando ad adottarlo in alternativa alla tecnica Kjeldahl. Sono stati quindi elaborati numerosi studi comparativi, è stata sviluppata una serie di standard internazionali e in seguito anche i Grain Inspection Services negli Stati Uniti, in Canada e in Australia hanno riconosciuto il metodo Dumas.

I risultati ottenuti con la determinazione dell'azoto Dumas sono di solito un po' più elevati rispetto a quelli ottenuti con Kjeldahl, poiché vengono rilevati anche i composti eterociclici e i composti azotati (ad esempio nitriti e nitrati). Nel metodo Kjeldahl, tali composti vengono convertiti nello ione ammonio in modo incompleto o non vengono convertiti affatto. Anche il contrario potrebbe accadere (raramente) perché in questo tipo di analisi ci sono molte variabili che potrebbero influenzare il risultato finale.

Leggi l'E-book

Scopri di più sulla determinazione delle proteine in vari campioni di mangime con il nuovissimo E-book dedicato. Metodi Kjeldahl e Dumas a confronto, tutti i relativi risultati e le soluzioni VELP dedicate.
 
Leggi l'E-book sulla Determinazione di Azoto/Proteine nei Mangimi

Cookie

Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.
Siglacom - Internet Partner